SISTEMA DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

PAVIMENTO RADIANTE

Cosa è?

E’ un sistema di riscaldamento, utilizzato sia in ambienti domestici che aziendali, alternativo al più comune sistema che prevede l’utilizzo di radiatori.
In questo sistema il controllo della temperatura degli ambienti è affidato, anziché ai radiatori, a tubazioni ad alta resistenza meccanica e termica, annegate nello spessore del pavimento, in cui circola un fluido caldo a bassa temperatura.
La temperatura dell’acqua che attraversa tali tubazioni oscilla tra i 35 e i 40 gradi centigradi a seconda della temperatura desiderata, dalle condizioni climatiche e dal tipo di finitura utilizzata per il pavimento.
Gli ambienti, in questo sistema, vengono riscaldati per irraggiamento, ovvero il calore prodotto riscalda la superficie del pavimento e da li si propaga riscaldando l’ambiente, a differenza dei sistemi tradizionali dove il calore sprigionato dai radiatori in ghisa si propaga nell’ambiente circostante mediante convezione e irraggiamento (la convezione crea correnti di aria calda, in alto, e fredda, a pavimento e tali moti convettivi si creano perché il radiatore riscalda l’aria circostante che sale verso il soffitto e si raffredda al contatto con questo riscendendo verso il pavimento riscaldando così l’ambiente circostante).
Nel sistema a pavimento le tubazioni sono posate su appositi pannelli isolanti a cellule chiuse accoppiati a pannelli di pvc al fine di renderli più resistenti alle sollecitazioni e all’umidità.
Inoltre, grazie al caratteristico “disegno a nocche” di questi pannelli, la messa in opera delle tubazioni è resa più facile e la regolazione della temperatura di ogni ambiente può essere gestita tramite l’installazione di un termostato per ambiente con la funzione di regolare una valvola sul collettore da dove partono le tubazioni.

Pro

- notevole risparmio di spazio, dato che vengono eliminati completamente tutti i radiatori
- la temperatura interna può essere regolata e mantenuta costante
- il sistema lavora a bassa temperatura dell’acqua ed è un sistema prevalentemente radiante (solo minimamente convettivo) il che permette che il comfort termico sia garantito con una temperatura dell’aria anche di soli 18 gradi, con un risparmio tra il 10 e il 14%
- data la bassa temperatura di esercizio può essere abbinata ad una caldaia a condensazione (per un massimizzarne il rendimento) o a pannelli solari per scaldare l’acqua
- il fatto che il moto convettivo sia minimo garantisce anche un minor movimento della polvere
- viene eliminato il problema della combustione delle polveri

Contro

- il costo per l’installazione di questo sistema di riscaldamento è molto più alto
- non riscaldando per convezione, ma per irraggiamento, produce una “stratificazione” del calore all’interno di ogni ambiente per cui è da valutarne l’utilizzo in caso di scale interne che potrebbero disperdere calore
- prevedendo il riscaldamento del massetto sotto al pavimento, il sistema è abbastanza lento nel portare l’ambiente a temperatura, per cui poco adatto ad usi saltuari (seconda casa)